gi2014 10Nello sprint l’olandese ha la meglio sull’italiano compagno di fuga. Pozzovivo terzo recupera 30″ in classifica generale dove ora è quarto

Peter Weening, olandese dell’Orica-GreenEdge ha vinto la nona tappa del Giro d’Italia, 172 chilometri da Lugo a Sestola, arrivo in salita in provincia di Modena ai 1538 metri di quota del Passo del Lupo, traguardo inedito per la corsa rosa. Secondo, battuto nello sprint a due, il nostro Davide Malacarne (Europcar). Terza piazza, staccato di 42”, per Domenico Pozzovivo, lucano dell’Ag2r, che ha guadagnato 30” (abbuono di 4” compreso) sul gruppo dei big e risalirà in classifica (era decimo al mattino a 1’50”). Cadel Evans, 37enne australiano della Bmc, ha conservato la leadership in classifica generale con 57” su Rigoberto Uran: secondo giorno in rosa per lui al Giro 2014, quarto in assoluto nella carriera (uno nel 2002, uno nel 2010). Evans, terzo nel 2013, è alla quarta partecipazione al Giro. Ora Pozzovivo è quarto a 1’20” dall’australiano. Al mattino a causa di un infortunio non era partito Francesco Chicchi: il toscano della Neri, all’undicesima stagione da pro’, non è mai riuscito a completare un grande giro. Lunedì 19 maggio la 97/esima edizione della corsa Gazzetta osserverà il secondo dei tre giorni di riposo in programma. Martedì la decima tappa, da Modena a Salsomaggiore Terme per 173 km, è per velocisti ed è dedicata a Gino Bartali, 3 volte vincitore del Giro, di cui nel 1914 ricorre il centenario della nascita.

ARRIVO — 1. Pieter Weening (Ola, Orica) in 4h25’51″; 2. Malacarne ; 3. Pozzovivo a 40″; 4. Ulissi a 1’08″; 5. Uran (Col); 6. Kelderman (Ola); 7. Evans (Aus); 8. Cataldo;9 Majka (Pol); 10 Duarte Arevalo (Col).

GENERALE — 1. Cadel Evans (Aus, Bmc) in 39h49’34″; 2. Uran (Col) a 57″; 3. Majka (Pol) a 1’10″; 4. Pozzovivo a 1’20″; 5. Morabito (Svi) a 1’31″; 6. Aru a 1’39″; 7. Ulissi a 1’43″; 8. Kelderman (Ola) a 1’44″; 9. Quintana (Col)a 1’45″; 10 Kiserlovski (Cro) a 1’49”

Be Sociable, Share!